SiteGround potenzia la sua infrastruttura: ecco le novità

Ottime notizie per i clienti (o aspiranti tali) di SiteGround: il provider di hosting statunitense ha da poco annunciato tramite il suo blog ufficiale un upgrade massiccio del suo hardware per gli hosting condivisi, senza alcun costo aggiuntivo a carico degli utenti.

SiteGround si è costruito in pochi anni un’ottima reputazione tra gli addetti ai lavori, in particolare come hosting WordPress (io stessa sono una loro cliente più che soddisfatta!), ponendo sempre come priorità principali un customer service incredibilmente efficiente ed un’infrastruttura potente, veloce e sicura.

siteground staff

Ed è proprio l’infrastruttura dell’hosting condiviso che subirà in questi tre mesi un potenziamento non indifferente: da sistemi di virtualizzazione molto più performanti a CPU e RAM, passando per tecnologie all’avanguardia, ecco un breve riassunto di tutti i benefici del nuovo hardware:

Linux container

Linux Containers è un nuovo metodo di virtualizzazione che verrà implementato su tutte le piattaforme, permettendo di raddoppiare la potenza CPU ed ottenere una migliore distribuzione delle risorse tra gli account presenti sul server, oltre a consentire di ottenere una velocità di lettura raddoppiata e un significativo incremento anche a quella di scrittura.

Dischi SSD

Se fino ad ora venivano usati solo per le operazioni che richiedevano un maggiore dispendio di risorse, da oggi tutti i server monteranno dischi SSD. Inutile precisare che la loro velocità è cento volte quella dei classici hard disk.

Sistema di backup

Si sa, i servizi di backup offerti dai provider di hosting spesso lasciano a desiderare, specie per la poca efficienza e velocità nel disaster recovery. La soluzione che SiteGround sta implementando effettua una copia del file system consentendo di distribuire flessibilmente diverse parti dei dati tra più server, dando inoltre all’utente l’opportunità di ripristinare i dati da diverse macchine simultaneamente, riducendo sensibilmente i tempi di recupero.

L’intero upgrade avviene con un downtime di pochissimi minuti e, bonus point, non comporta nessuna spesa extra per l’utente.

siteground email

Email di SiteGround per l’aggiornamento dell’infrastruttura

I piani hosting

Per quanto riguarda i piani di hosting condiviso messi a disposizione, nulla cambia rispetto al passato: StartUp, GrowBig e GoGeek saranno sempre le tre soluzioni offerte dal provider, con un 50% di sconto per celebrare il cambio di piattaforma.

Insomma, non esiste davvero momento migliore per passare a SiteGround 🙂

Di Susanna Marsiglia

Blogger, content manager, SEO, web designer, a volte scrittrice analogica. Nerd repressa causa incompatibilità con la matematica. Mens sana in corpore pigro.

Commenti (2)
  1. Eleonora 7 dicembre 2015 at 15:37

    Mi hanno parlato benissimo di questo hosting ed ero tentata di acquistare il mio nuovo pacchetto. Ora vado a vedere i costi 🙂

    • Susanna Marsiglia 11 dicembre 2015 at 11:58

      Ciao Eleonora!
      Il costo è leggermente più alto rispetto a quello di altri hosting, ma si guadagna tantissimo in velocità ed efficienza (oltre al fatto che il pannello di amministrazione è davvero intuitivo anche per un principiante).
      Alla luce della mia esperienza la qualità del servizio vale senza dubbio la spesa, non tornerei mai indietro 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *